La battaglia dei bagagli a mano

  • On 16 novembre 2018
Se il bagaglio a mano finisce in stiva, lo dovrete ritirare al nastro dell’aeroporto di arrivo
di Stefano Campolo

Invogliare in ogni modo i passeggeri a imbarcare il proprio bagaglio a mano in stiva e, se possibile, riuscire a spremere loro qualche euro. L’ultima frontiera delle compagnie aeree europee che operano su tratte di breve e medio raggio è convincere i propri clienti a disfarsi del trolley prima di salire in aereo.

A memoria, nel recente passato la prima compagnia a limitare il numero di bagagli da portare a bordo è stata Volotea che nell’estate 2017 consentiva questa modalità solo ai primi 75 passeggeri che si fossero presentati al gate. Già da qualche mese prima easyJet su tutti i voli completi oltre il novanta per cento invitava a lasciare il proprio bagaglio a mano in stiva gratuitamente. Ma la tentazione di far diventare il trasporto del trolley in cabina un prodotto ancillare era troppo forte: non hanno resistito Ryanair e Wizz Air. Le due compagnie low cost dal 1 novembre consentono di portare gratuitamente in cabina una piccola borsa da viaggio, mentre per il bagaglio vero e proprio bisogna pagare un sovrapprezzo. Le nuove regole sono state aspramente contestate dalle associazioni dei consumatori. L’Autorità Garante per la concorrenza ha prima sospeso la policy il 31 ottobre e successivamente avviato una procedura per inottemperanza, il 7 novembre, verso i due vettori che hanno ignorato il provvedimento di sospensione.

A meno che non vogliate fare come questo ingegnoso ragazzo inglese per aggirare il nuovo regolamento sui bagagli, dovrete trovare delle alternative.

Come andrà a finire lo vedremo fra qualche settimana, anche perché sia Ryanair sia Wizz Air hanno annunciato ricorsi. Intanto altre compagnie si ingegnano per convincere i passeggeri a viaggiare il più leggeri possibile. È diventata consuetudine per i passeggeri in economica vedersi ‘sequestrato’ il bagaglio al gate d’imbarco dopo che un certo numero di passeggeri, in genere tra i 70 e i 100 a seconda dell’aereo utilizzato, sono già saliti a bordo. Ma è una pratica un po’ brutale e antipatica che spesso genera discussioni tra il personale di terra e i viaggiatori. La persuasione è di gran lunga un mezzo preferito dalle compagnie aeree. Brussels Airlines da inizio novembre manda un’email successivamente al check-in di questo tenore: “Vuoi viaggiare con ancora maggiore comodità? Adesso puoi registrare gratis il tuo bagaglio a mano (12kg, ma senza alcuna restrizione sui liquidi) ai banchi del check-in. Maggiori informazioni in aeroporto”. È solo un esempio ma state sicuri che nei prossimi mesi la fantasia dei vettori produrrà un ventaglio di ‘soluzioni uniche’ e ‘opportunità’.

I vantaggi per i vettori sono chiari, quelli dei viaggiatori un po’ meno, anche se non del tutto assenti. Lo spazio a bordo è certamente limitato e le cappelliere non riescono a contenere i bagagli di 180 o più passeggeri; quasi duecento persone, fra cui molti anziani, che salgono in cabina con il trolley e lo devono alzare sopra la loro testa rallentano inevitabilmnte le operazioni di imbarco e rischiano di causare ritardi; molte persone quando viaggiano in aereo sono più nervose del normale e capitano spesso liti o accesi diverbi tra i viaggiatori che si contendono lo spazio. Per i passeggeri i vantaggi riguardano la libertà di non portarsi pesi a bordo, di passare i varchi sicurezza più velocemente e senza dover smontare la valigia, e la possibilità di portare contenitori con liquidi oltre il limite di 100ml. Un aspetto, quest’ultimo, particolarmente apprezzato se volete far assaggiare la vostra bottiglia di vino preferito agli amici in Germania o conservare la mozzarella di bufala in tutta la sua acqua mentre sorvolate la Manica senza che gli addetti alla sicurezza ve la sequestrino ai varchi (sì, è successo anche questo!).

Tuttavia bisogna mettere in conto che il trolley imbarcato in stiva vi verrà restituito sui nastri dell’aeroporto di arrivo, insieme a tutti gli altri bagagli. Quindi per uscire dall’aeroporto dovrete calcolare dai 15 ai 30 minuti in più. Infine, una breve nota sulle tariffe aeree. Se già prima erano paragonabili a un menu in cui accanto alla portata principale obbligatoria costituita da viaggio più tasse aeroportuali venivano offerti contorni di vario genere, l’aumento dei servizi scorporati dal biglietto base tende ad assimilarle alle tariffe telefoniche. Con il risultato che sono davvero pochi a capirci qualcosa e il rischio di pagare più di quanto ci serva davvero cresce in modo esponenziale.

A metà novembre 2018 la situazione dei principali vettori che operano in Italia è la seguente:

Ryanair: Tutti i passeggeri hanno il diritto di portare a bordo una piccola borsa personale che deve essere posizionata sotto il sedile di fronte a voi (40 cm x 20 cm x 25 cm). Gli esempi includono borsa, borsa per laptop e zaino piccolo. I passeggeri che hanno acquistato l’imbarco “Priorità e 2 bagagli a mano” o Plus/Flexi/Family o biglietto aereo di collegamento possono portare a bordo un ulteriore bagaglio da 10 kg che deve essere inserito nel misuratore del bagaglio (non superiore a 10 kg e dimensioni 55 cm x 40 cm x 20 cm). L’imbarco priorità e 2 bagagli a mano costa €/£ 6 se acquistato al momento della prenotazione iniziale del volo. Se aggiunto tramite la funzione “Gestisci Prenotazione” in “I miei voli” sul sito web o tramite l’app Ryanair, la tariffa è di €/£8. I passeggeri non prioritari che desiderano portare una seconda borsa più grande (10 kg di peso) devono acquistare il Bagaglio da 10kg da Registrare. Il bagaglio da 10 kg da registrare costa € / £ 8 se acquistata durante la prenotazione iniziale del volo, o € / £ 10 se aggiunta online dopo la prenotazione tramite la funzione “Gestisci la mia prenotazione” in “I miei voli”.

Wizz Air: A partire dal 1° novembre, tutti i passeggeri avranno diritto di portare a bordo una borsa a mano gratuita di dimensioni massime di 40x30x20 cm da posizionare sotto al sedile davanti. I passeggeri che hanno acquistato WIZZ Priority (5,00 euro) potranno portare a bordo un bagaglio tipo trolley aggiuntivo di dimensioni massime di 55x40x23 cm. Inoltre, Wizz Air introduce un nuovo tipo di bagaglio da stiva con peso massimo di 10 kg, oltre alle opzioni già disponibili di 20 e 32 kg.

Alitalia: è possibile portare in cabina un solo bagaglio a mano del peso massimo di 8 kg che, comprese maniglie, tasche laterali e rotelle, non superi le seguenti dimensioni: 55 cm di altezza, 35 cm di larghezza e 25 cm di spessore. In aggiunta Alitalia  consente di portare un accessorio a scelta tra i seguenti: Borsa portadocumenti, oppure Pc portatile, oppure borsetta da donna.

Volotea: possibile portare a bordo una valigia alta 55 cm, larga 40 cm e profonda 20 cm e una borsa di piccole dimensioni. Insieme i due bagagli non devono superare i 10 chili.

easyJet: possibile portare un solo bagaglio a mano per persona a bordo di dimensioni 56x45x25 cm (maniglie e ruote comprese). I clienti Flexi, con posti nelle prime file o con più spazio per le gambe e titolari della carta easyJet Plus possono trasportare un bagaglio aggiuntivo sotto il sedile, come una custodia per PC o una borsetta. Dimensioni massime: 45x36x20 cm. Le borse devono essere collocate sotto il sedile. Disponibile il servizio ‘Hands Free’ che permette di imbarcare il bagaglio a mano in stiva con un supplemento di 6,oo euro / 6.oo pound a persona o 14,oo euro / 14.00 pound a famiglia.

0 Comments