Hong Kong, una baia spettacolare

Da modesto villaggio di pescatori, Hong Kong è diventata in meno di 150 anni una metropoli cosmopolita e una delle principali destinazioni turistiche mondiali. Dopo essere stata una colonia britannica, nel 1997 il territorio è stato restituito alla Cina. Hong Kong gode di un regime speciale e autonomo che agevola il ruolo commerciale della regione. Una quota significativa delle merci prodotte in Cina viene infatti distribuita in tutto il mondo attraverso il porto di Hong Kong. Rilevante anche il centro finanziario dell’isola che ha permesso, secondo i dati della Banca mondiale, dagli anni Sessanta in poi la crescita del prodotto interno lordo da 1,3 a 309 miliardi di dollari, mentre il reddito pro capite è passato dai 570 dollari l’anno del 1960 ai 41 mila dollari del 2015. Nello stesso periodo di tempo la popolazione è più che raddoppiata, crescendo da tre a sette milioni di residenti.

Per chi intende visitare Hong Kong non è necessario un visto di ingresso. Il passaporto italiano consente visite continuative di 90 giorni a patto di avere una validità residua di un mese dal giorno in cui si lascia la regione.

 

0 Comments