Chi ha perso tre B747 a KUL?

L’annuncio pubblicato dalla società di gestione dell’aeroporto di Kuala Lumpur sul quotidiano The Star
di Stefano Campolo

Di chi sono i tre Boeing B747 cargo abbandonati all’aeroporto di Kuala Lumpur, in Malaysia? Incapace di trovare i proprietari dei tre B747 fermi da alcuni anni sui piazzali, Malaysia Airports Holdings Berhad la società che gestisce lo scalo della capitale malese, lunedì 7 dicembre ha fatto pubblicare un annuncio sui media locali in lingua inglese.  Se entro 14 giorni nessuno li reclamerà, gli aerei entreranno nella piena disponibilità dell’aeroporto e, probabilmente, messi in vendita per recuperare le spese di parcheggio.

I tre aerei B747 cargo portano il codice di registrazione islandese: TF-ARH, TF-ARM e TF-ARN. In passato sono appartenuti ad Air Atlanta Icelandic, compagnia islandese specializzata nell’affitto di velivoli completi di equipaggio, manutenzione e assicurazione (ACMI). Anche i principali database amatoriali di flotte aeree indicano Air Atlanta Icelandic come ultimo proprietario dei tre apparecchi che, secondo Airfleets.net, risultano accantonati e non più in servizio. Tuttavia, l’azienda ha fatto sapere di non essere più proprietaria degli aerei che infatti sono stati eliminati dal registro dell’aviazione civile islandese tra il 2011 e il 2012.

Anche Malaysia Airlines, che secondo il sito Planetspotters.net nel 2003 e nel 2004 aveva affittato due dei B747 cargo abbandonati, ha negato di averli in carico al momento.

La vicenda sta incuriosendo i gruppi di appassionati in tutto il mondo, con molti forum che hanno cominciato la caccia ai proprietari, ma finora senza alcun risultato. Un altro mistero per l’aeroporto malese, dopo la scomparsa l’8 marzo 2014 del volo MH370, partito proprio da Kuala Lumpur e di cui non sono mai state ritrovate tracce.

 

0 Comments